Riepilogo di Rick & Morty: Assimilazione autoerotica

PANRICK

Riepilogo: Rick, Summer e Morty si imbattono in un ex amante di Rick, una mente alveare parassita di nome Unity che ha recentemente conquistato un intero pianeta. Rick riaccende la relazione, portando i due in una spirale di comportamenti distruttivi con effetti disastrosi su tutto il pianeta.



Ho passato una quantità eccessiva di tempo cercando di trovare un buffer per questo riassunto, e mi ha combattuto ad ogni passo. Questo episodio è perfettamente competente in termini di elementi tecnici: il Orizzonte degli eventi il riff che introduce Unity è una sequenza isolata davvero bella, la semplicità dei disegni alieni consente molte variazioni individuali mentre fa capire che sono tutti trainati da un burattinaio, e come sempre lo spettacolo ha un buon occhio per scivolare in licenza la musica punge come un pugno in più, ma sembra tutto terribilmente fuori luogo, deliberatamente trattenuto per dare alla sceneggiatura la possibilità di brillare. Anche gli imbrogli sessuali, che sembrano un luogo in cui lo spettacolo potrebbe facilmente scatenarsi, vengono lasciati ai margini del procedimento. A noi, come Rick, non è permesso uscire.



Cominciamo quindi con Rick e Unity, in nome di avere almeno una ventata di trionfo. Perché concettualmente, c'è molto in Unity che mi rende assurdamente felice. Non ha un genere, prima di tutto—sia Summer che Rick si riferiscono alla mente alveare collettiva poiché non importa quale corpo stia possedendo in un dato momento, e per lo meno Summer sembra il tipo che usa il proprio essere pronomi (fatto divertente: è qualcosa di simile a queer in quanto ha una storia di essere usato come insulto, ma è stato anche reclamato da alcune persone non binarie; chiedi prima di usarlo, in pratica). E il tenore generale dell'attrazione reciproca di Rick e Unity, una relazione strana se mai ce n'è stata una, è un risultato al livello di un Capitano Jack Harkness. E questo richiederà un po' di storia, quindi tieni duro.

Prima di tutto, Rick non essere etero è stato un cosa confermata dal Comic Con di quest'anno. Nel mezzo del riff su quali fatti non divulgati il ​​pubblico potrebbe voler sapere su Rick, il co-creatore e la maggior parte del cast vocale Justin Roiland ha casualmente lasciato cadere il fatto che il personaggio è pansessuale (cioè essere attratto da qualcuno indipendentemente dal genere). E mentre c'era un po' di gioia, un po' di scrollate di spalle e alcuni che dicevano ok, certo, c'era anche una sorprendente quantità di respingimento nelle discussioni su Internet. Un sacco di oh, deve aver scherzato, con una buona dose di implicito perché dovresti presumere che un personaggio sia queer senza che venga dichiarato, ripetuto e poi firmato in triplice copia con il sangue di un bambino. Che è un sacco di anellidi che riguardano la queerness come battuta finale e l'inadempienza dell'eterosessualità che non abbiamo tempo di affrontare oggi; basti dire che questo episodio ha messo un calzino estremamente soddisfacente in quegli argomenti.



E anche meglio del fatto stesso è l'esecuzione. I disegni degli ospiti di Unity (qualcosa su quelle atroci tute, credo), per non parlare dell'intera cosa delle prestazioni delle specie unificate, mi hanno fatto venire in mente il famoso Star Trek TNG episodio L'emarginato. Per quelli di voi che potrebbero non sapere o ricordare, quello era quello in cui Trekking pensavano che forse avrebbero voluto fare una metafora sull'omosessualità... solo per armeggiare completamente facendo dell'alieno un fuggitivo da una razza agender che voleva presentarsi come femmina, e poi scegliendo una donna cis nel ruolo in modo che la sua relazione successiva con Riker è fondamentalmente un eterosessuale al gusto di vaniglia che finge di avere qualcosa da dire (e dato il fatto che gli alieni persecutori hanno un'atmosfera butch, potrebbero anche essere entrati in un territorio completamente diverso degno di una smorfia. Sto divagando).

Il punto è che Unity fa meglio a tutti i livelli quel tropo fantascientifico del queer metaforico. Harmon ha menzionato alcune volte che uno degli obiettivi nella stanza degli scrittori è quello di prendere dispositivi di narrazione familiari e poi romperli, e questo è un trionfo di quella mentalità. Perché l'Unità lo fa? funziona come una metafora: la sua natura di mente alveare funge da paragone e contrasto con il bisogno bellicoso di Rick di essere solo e di sussumersi negli altri, e una domanda se il bisogno di comunità superi la nostra preferenza spesso dichiarata per l'individualità. È solo che la metafora non è una scusa per nascondere qualche schizzinosa aspettativa che nel vasto mondo del cosmo ogni relazione sarebbe ancora in qualche modo riuscita a cadere in una forma relativamente moderna di eterosessualità binaria occidentale. Oh, e come un bel topper sulla torta, Unity è un personaggio davvero affascinante, chiaramente delineato come dolce e ambizioso ma innamorato anche parlando da tutte quelle bocche. Spero che lo rivedremo un giorno.

E—prometto che abbiamo quasi finito, e poi possiamo passare alle cose suicidi, cari mostri—il tocco più delizioso è quanto sia casuale l'effettiva parte delle preferenze sessuali della loro relazione. Una delle più grandi lamentele spesso sollevate contro l'inclusione di relazioni o individui queer nei media popolari è che sembra forzata, come se ogni nuova introduzione dovesse per necessità tenere la mano dello spettatore spaventato come uno speciale degli anni '80. In risposta, ecco Rick e Unity: l'unica richiesta di genere di Rick riguardo ai partner ha a che fare con il suo pubblico di problemi con il papà, è adulato e apprezzato dai presentatori maschi e femmine (e dalla giraffa, che nello spirito dei riferimenti non potevo aiuto nella lettura come cenno alla conversazione Jack Harkness/John Hart sul barboncino); e né Morty né Summer (ovviamente no, sono adolescenti moderni) sollevano il genere quando si confrontano con Rick sulla sua relazione. Ecco qua. È semplice come un personaggio che fa un commento passeggero su qualcuno dello stesso sesso, o fa riferimento a una relazione passata, e poi la storia d'avventura va avanti. Possiamo smettere di fingere che sia una specie di impresa titanica ora, MCU?



Va bene. Fammi solo asciugare le lacrime ancora gocciolanti dalla tastiera e possiamo continuare.

Scherzo, ovviamente. L'oscurità di quegli ultimi due minuti sfida la catarsi delle lacrime. A partire dal fatto che puoi vedere i componenti della macchina mentre Jerry fruga nei cassetti, il che significa che questa cosa era pronta per andare in un attimo, e termina con quella scena indicibilmente angosciante in cui un'intera notte e il successivo giorno passano senza una sola anima, nemmeno Morty, che veniva a controllarlo. Rick potrebbe aver rovinato la sua relazione con Unity da solo, ma nessuno merita quel tipo di solitudine.

E la cosa peggiore è che non c'è davvero una rete di supporto per Rick a questo punto del gioco: Beth ha troppa paura che se ne andrà per spingerlo a migliorare, e troppo presa dal modo in cui lo ha idolatrato nel corso degli anni per davvero curiosare in ciò che lo fa ticchettare; Jerry ha un enorme complesso di inferiorità per tutta la faccenda, e Rick non ha comunque un briciolo di rispetto per lui; Morty è sulla buona strada per diventare una versione meno ubriaca di Rick (era qualcosa tra l'orribile e l'affascinante vedere la trama B svolgersi essenzialmente come un'avventura della prima stagione con Summer che sostituisce il ruolo di Morty), e sta già iniziando ad allontanarsi da suo nonno; L'estate è la più vicina a capire cosa fa eccitare Rick ed è disposta a impegnarsi con lui onestamente su questo, ma ha anche probabilmente il minor numero di muri emotivi del cast principale, e francamente qualsiasi adolescente verrebbe trascinato nell'abisso se ci provasse per reggere decenni di problemi di Rick.

Lo show si è dilettato in un sentimento nichilista prima - la linea più citata dello show, dopotutto, riguarda come la nostra esistenza sia intrinsecamente priva di significato - ma quel colpo è sempre stato attenuato spingendo in primo piano il rapporto tra la famiglia Sanchez / Smith. Tirarlo via è potenzialmente uno strumento molto, molto potente, giocando sulla nostra fiducia che alla fine quei legami interpersonali torneranno alla ribalta. Ed è un problema che vale la pena esplorare, poiché l'argomento di Beth e Jerry sottolinea il fatto che Rick spesso conta di più come catalizzatore per le rivelazioni di altre persone che come essere umano a sé stante. Questa è molta fiducia da chiedere a un pubblico che ha investito moltissimo emotivo in questo piccolo mondo oscuro: ho tutte le cifre incrociate che ripaga.

Quindi, in che modo l'anteprima che sembra riguardare l'apparire spontaneamente di stravaganti aiutanti ci getterà tutti nelle profondità della disperazione insondabile la prossima settimana?

Vuoi condividerlo su Tumblr? C'è un post per questo .

Vrai è un autore queer e blogger di cultura pop; alcune persone bevono per bloccare il dolore, si ritirano nel loro crossover Gross Old Men preferito. Puoi leggere altri saggi e scoprire la loro finzione su Accessori alla moda in carta stagnola , sostenere il loro lavoro tramite Patreon o PayPal , o ricordare loro l'esistenza di Tweet .

—Si prega di prendere nota della politica generale sui commenti di The Mary Sue.—

Segui The Mary Sue su? Twitter , Facebook , Tumblr , Pinterest , & Google + ?